2019, REVIEWS

REQUIEM FOR THE DRUG ADDICTS: “BEAUTIFUL BOY”, di Felix van Groeningen

3 minuti di lettura

Ci sono film che ti sconvolgono e ti spezzano il cuore; rimanendoti, incredibilmente, dentro. “Beautiful Boy” (2018), di Felix van Groeningen, è uno di questi. Ispirato dai libri di David e Nic Sheff – dai rispettivi titoli “Beautiful Boy” e “Tweak” – e presentato, un anno fa, al Toronto Film Festival e alla Festa del Cinema di Roma, il sesto lungometraggio dell’autore di “Alabama Monroe – Una Storia d’Amore” (2012) – candidato all’Oscar, come Miglior Film Straniero, nel 2014 – è un sublime pugno nello stomaco e un requiem sulla droga e coloro che ne sono vittime. Lo scorso Natale, avevamo già apprezzato, in sala, un’altra pellicola dalla stessa tematica – “Ben is Back” (2018), di Peter Hedges – ma, stavolta, abbiamo davanti un prodotto qualitativamente più elevato. LEGGI TUTTO

2019, REVIEWS

VENDETTA TRA I GHIACCI: “UN UOMO TRANQUILLO”, di Hans Petter Moland

2 minuti di lettura

"Un Uomo Tranquillo (Cold Pursuit)" (2019), di Hans Petter Moland, è il remake anglofono del thriller norvegese "In Ordine di Sparizione" (2014), firmato dal medesimo regista. Nel cast, troviamo Liam Neeson, Laura Dern, Tom Bateman ed Emmy Rossum.