AWARDS, Oscar

OSCAR 2019: Nomination e Previsioni sui Vincitori della 91. Edizione

13 minuti di lettura

A poche ore dagli Oscar 2019, vi presentiamo l'elenco completo della nomination e le nostre previsioni sui possibili vincitori della 91. Edizione.

Cannes, FESTIVALS

FESTIVAL DI CANNES 2018: I 16 Film Più Attesi

14 minuti di lettura

cannes2018filmattesicopertina
Da sinistra, in alto, a destra, in basso: “The Man Who Killed Don Quixote“, “Wildlife“, “Everybody Knows” e “The House That Jack Built

Si è aperto ieri sera il Festival di Cannes 2018, con la proiezione, in anteprima mondiale, del primo titolo in Concorso: “Everybody Knows”, di Asghar Farhadi. Ad assegnare il palmares, sarà, quest’anno, una giuria presieduta da Cate Blanchett e composta da: Chang Chen, Ava DuVernay, Robert Guédiguian, Khadja Nin, Léa Seydoux, Kristen Stewart, Denis Villeneuve e Andrey Zvyagintsev. Iniziando a scaldare i motori e in attesa scoprire i pezzi forti di questa 71° edizione, vi presentiamo i 16 film del programma che non vorremmo, assolutamente, perderci.

Su il sipario!

 

#16 – GIRLS OF THE SUN – Eva Husson

cannes2018girls (2)

SEZIONE: Selezione Ufficiale – Concorso   LEGGI TUTTO

AWARDS, Oscar

OSCAR 2018: “LA FORMA DELL’ACQUA – THE SHAPE OF WATER” vince la 90° edizione

4 minuti di lettura

oscar2018vincitoricopertina

Il nero che aveva tinto il red carpet, durante la cerimonia dei Golden Globes, ha lasciato, nuovamente, spazio ai colori; così che la festa per i novant’anni del premio cinematografico più importante al mondo potesse, finalmente, cominciare. Gli Oscar 2018 si sono svolti ieri, al Dolby Theatre di Los Angeles, in California, e hanno scelto come Miglior Film dell’Anno – e di questo importante anniversario – “La Forma dell’Acqua – The Shape of Water”.

Nonostante sia stata un’edizione non particolarmente entusiasmante, dal punto di vista dell’entertainment – per colpa, forse, di un Jimmy Kimmel non troppo in formai premi sono stati assegnati con una certa cognizione di causa – maggiore rispetto ad altre edizioni. La qualità media dei titoli candidati era piuttosto alta e – proprio per il fatto che non c’era, probabilmente, un film che predominasse in modo netto sugli altri – i giurati hanno optato una clemente spartizione delle statuette. LEGGI TUTTO