2018, REVIEWS

“GRACE JONES: BLOODLIGHT AND BAMI” – Sophie Fiennes

2 minuti di lettura

GRACEJONES-POSTER-DEF-hi

PANE E PALCOSCENICO

C’è qualcosa di magico nella capacità di alcuni artisti di lasciare un segno nella memoria popolare. Grace Jonescantante, modella e attriceè la protagonista incontrastata diGrace Jones: Bloodlight and Bami” (2017) e si presenta, fin dalla prima inquadratura, come un personaggio indimenticabile.

GJ_Pic35 Red Stage copy

Non c’è dubbio che la regista Sophie Fiennes abbia tutti gli elementi necessari per agguantare l’attenzione del pubblico, per le due ore di durata, e, al contrario, l’assenza di materiale mediocre su una figura dal tale carisma la costringe a operare verso una selezione che rispecchi con la maggiore dignità il suo personaggio. Il racconto si svolge, allora, su due linee, riassunte nel titolo del documentario medesimo; in quanto non sia una biografia ad essere proposta al pubblico, ma un ritratto delle due facce dell’artista: quella che espone al pubblico e quella che le è propria nel privato. LEGGI TUTTO