2019, REVIEWS

VENDETTA TRA I GHIACCI: “UN UOMO TRANQUILLO”, di Hans Petter Moland

2 minuti di lettura

"Un Uomo Tranquillo (Cold Pursuit)" (2019), di Hans Petter Moland, è il remake anglofono del thriller norvegese "In Ordine di Sparizione" (2014), firmato dal medesimo regista. Nel cast, troviamo Liam Neeson, Laura Dern, Tom Bateman ed Emmy Rossum.

2018, REVIEWS

“MUSEO – FOLLE RAPINA A CITTA’ DEL MESSICO” – Alonso Ruizpalacios

2 minuti di lettura

 

museo_poster_70x100_web

 

L(‘)ORO DEL MESSICO

Messico, 1985. Juan e Benjamín sono due trentenni, studenti fuori corso, che vivono con i genitori – nel distretto di Satelite, a Città del Messico – e non sanno ancora bene cosa fare nella vita. Per sfuggire alla noia e alla monotonia delle loro giornate, i due giovani decidono di rubare – nella notte del 24 Dicembre – numerosi preziosissimi reperti dal Museo Nazionale di Antropologia del Messico. Dopo essere riusciti, con successo, nel loro intento, i due tornano, tranquillamente, a casa. Tuttavia, solo il giorno seguente – quando al telegiornale sentono parlare della rapina – si rendono conto della gravità della loro azione, considerata da tutti un vero e proprio affronto alla nazione. Senza sapere come agire, Juan e Benjamín decidono, quindi, d‘intraprendere un viaggio che li porterà dalle rovine Maya di Palenque fino ad Acapulco Bay, nel tentativo di vendere ad un ricettatore quei tesori dal valore davvero inestimabile.  LEGGI TUTTO

2018, REVIEWS

“NOI SIAMO LA MAREA” – Sebastian Hilger

2 minuti di lettura

 

NOI_SIAMO_MAREA_LOCANDINA

 

MAREA DI VITA

Nella località di Windholm, in Germania, un fenomeno inspiegabile ha fatto ritirare il mare dalla costa; portando via con sé anche i bambini del luogo. Un giovane fisico, intenzionato a condurre degli studi su tale avvenimento, si reca nella cittadina, insieme a un’ex collega di cui, forse, è ancora innamorato.  

Noi siamo la marea_Lana Cooper 22

Noi Siamo la Marea (We Are the Tide)” (2016) è l’opera seconda del regista tedesco Sebastian Hilger, presentata alla 66° Berlinale e al 34° Festival di Torino – dove ha ricevuto il Premio del Pubblico. Si tratta di un curioso sci-fi movie sul tempo – con tutti i suoi meccanismi e paradossiche, per certi versi, ricorda abbastanza il cinema di Christopher Nolan, da “Inception” (2010) a “Interstellar” (2014) – la cui soundtrack, firmata da Hans Zimmer, sembra essere rievocata dal compositore Leonard Petersen. LEGGI TUTTO