AWARDS, Oscar

OSCAR 2019: Nomination e Previsioni sui Vincitori della 91. Edizione

13 minuti di lettura

A poche ore dagli Oscar 2019, vi presentiamo l'elenco completo della nomination e le nostre previsioni sui possibili vincitori della 91. Edizione.

AWARDS, Golden Globes

GOLDEN GLOBES 2019: Un’Analisi sulle Nomination della 76. Edizione

13 minuti di lettura

goldenglobes2019nomination

 

(Accanto al titolo di ogni film di questa Awards Season, compare il numero di metascore, ovvero il punteggio medio – da 0 a 100 – delle recensioni estere, sul sito MetaCritic.) 

Sono state annunciate la scorsa settimana, in California, le candidature dei Golden Globes 2019, alla presenza di Terry Crews, Danai Gurira, Leslie Mann, Christian Slater e della presidente della Hollywood Foreign Press Association, Meher Tatna. Le nomination della 76° edizione – i cui vincitori saranno svelati nella cerimonia del 6 Gennaio prossimo – sono tra le più commerciali degli ultimi anni e non sono poche le scelte che fanno storcere il naso, già ad una prima lettura. Il biopic politico “Vice – L’Uomo nell’Ombra”, di Adam McKay – in uscita negli USA il 25 Dicembre e in Italia il 3 Gennaio – ha ricevuto, a sorpresa, il maggior numero di menzioni, ovvero 6, seguito da “La Favorita” (91), di Yorgos Lanthimos, “Green Book” (70), di Peter Farrelly, e “A Star is Born” (88), di Bradley Cooper, tutti e tre con 5. LEGGI TUTTO

FESTIVALS, Venezia

MOSTRA DI VENEZIA 2018 – DAY 3: “The Favourite”, “A Star is Born”

3 minuti di lettura

favourite2

La terza giornata della Mostra del Cinema di Venezia è stata caratterizzata dall’arrivo della popstar Lady Gaga, che, circa un’ora fa, ha calcato il red carpet del Palazzo del Cinema; dimostrando una grande empatia verso i tantissimi fan, con cui si è prestata a fare selfie e autografi, nonostante la pioggia.

favourite1
The Favourite

Ma facciamo un passiamo indietro e torniamo a ieri sera e al quarto titolo del Concorso: “The Favourite”, di Yorgos Lanthimos. Il regista greco ha presentato un biopic in costume, in cui due dame di corte si contendono le attenzioni e i favori della Regina Anna, nell’Inghilterra del XVIII secolo. Dopo averlo visto, viene da chiedersi quanto di vero ci sia e quanto sia dovuto, invece, all’impronta tipicamente cinica e grottesca dell’autore di “The Lobster” (2015) e de “Il Sacrificio del Cervo Sacro” (2017). La risposta è che quello a cui assistiamo è un racconto narrato, per gran parte, in modo diversissimo rispetto a come lo si può immaginare in un costume-drama tradizionale e classico; a partire del fatto che i personaggi usano un linguaggio verbale decisamente contemporaneo, dove è uno humour corrosivo a prevalere – tra dialoghi serratissimi, con un botta e risposta continuo. LEGGI TUTTO