Cannes, FESTIVALS

FESTIVAL DI CANNES 2019: I 20 FILM PIU’ ATTESI DELLA 72. EDIZIONE

12 minuti di lettura

Il Festival di Cannes 2019 si prepara ad una 72. Edizione dal cartellone entusiasmante – soprattutto, rispetto a quella precedente, più a basso profilo. Come ogni anno, abbiamo selezionato 20 pellicole particolarmente attese – tra la Selezione Ufficiale e le sezioni parallele – lasciando fuori, a malincuore, la serie tv di Nicolas Winding RefnToo Old to Die Young” e opere di breve durata come “Lux Æterna”, di Gaspar Noé, e “The Staggering Girl”, di Luca Guadagnino.

Questi sono i film che non vediamo l’ora di vedere sul grande schermo… 

#20. THE SWALLOWS OF KABUL Zabou Breitman, Eléa Gobbé-Mévellec

SEZIONE: Selezione Ufficiale – Un Certain Regard  LEGGI TUTTO

2018, REVIEWS

GUERRA DI PASSIONE: “COLD WAR”, di Pawel Pawlikowski

2 minuti di lettura

Una storia d’amore impossibile e intermittente – tra un musicista e una giovane cantante – ambientata in Europa dell’Est, Yugoslavia e Parigi, tra la fine della Seconda Guerra Mondiale e la Guerra Fredda.

C’è un evidente omaggio al cinema italiano inCold War” (2018), sesto lungometraggio di Pawel Pawlikowski – vincitore per la Miglior Regia al Festival di Cannes 2018 e candidato per la Polonia agli Oscar 2019 – ispirato e dedicato alla vita dei suoi genitori. 

Il cineasta polacco dirige un melodramma che guarda, direttamente, a Michelangelo Antonioni e aL’Eclisse” (1962), sia dal punto di vista contenutistico, per certi aspetti; ma, soprattutto, da quello formale. La citazione palese è proprio il nome del locale in cui si esibiscono i due efficaci protagonisti, Joanna Kulig e Tomasz Kot – che ricordano, per fisionomia e aspetto, Monica Vitti e Alain Delon – e anche la scelta di utilizzare il bianco e nero non pare, poi, così casuale LEGGI TUTTO

FESTIVALS, Venezia

MOSTRA DI VENEZIA 2018: Il Programma Completo della 75. Edizione

12 minuti di lettura

venezia2018copertinaprogramma1

 

La Mostra del Cinema di Venezia festeggia il suo 75° anniversario con un’annata ultra-cinefila, stellare e ricca di Premi Oscarpassati e, possibilmente, anche futuri. Il programma dell’Edizione 2018 va controcorrente, è anticonformista e non cede, affatto, ai dogmi che ha, invece, imposto il Festival di Cannes. Durante la Conferenza Stampa di Presentazione, il Presidente della Biennale Paolo Baratta e il Direttore Artistico del festival, Alberto Barbera, hanno illustrato ai giornalisti le novità che troveremo, tra qualche settimana, alla kermesse cinematografica più antica al mondo. Mentre sappiamo già da un pò che “First Man”, di Damien Chazelle, aprirà la manifestazione, in Concorso; abbiamo scoperto quest’oggi che ad ultimare il cartellone è “Driven”, di Nick Hamm – annunciato come Film di Chiusura, nella sezione Fuori Concorso. LEGGI TUTTO