Senza categoria

L’Italia chiude i cinema per il Coronavirus, nel giorno della Festa della Donna: la Fine del Mondo incombe?

6 minuti di lettura
Da sinistra a destra: “Madre!“, di Darren Aronofsky, e “Melancholia“, di Lars von Trier.

Questo fenomeno chiamato Coronavirus sembra essere l’inizio di una fine. Il segnale lampante di un mondo e di un’umanità tutta che procedono, vertiginosamente, verso una spaventosa involuzione (povero Darwin!); con l’Italia tra le prime nazioni a cadere.

PARTE I – APOCALISSI CINEMATOGRAFICHE

Il cinema – come l’arte, più in generale – è risultato, spesso, profetico e – anche in una tale situazione capace di scatenare paranoia (prima) e panico (dopo) – i film apocalittici – blockbuster, autoriali, indie – hanno anticipato un futuro o una fantascienza relativi al social system attuale; che, tuttavia, non ha quasi più nulla di fanta(stico) ed è, invece, pregno di tutta la palpabile consistenza della realtà che stiamo vivendo e guardando in faccia – direttamente con i nostri occhi e non più attraverso uno schermo. LEGGI TUTTO

Cannes, FESTIVALS

FESTIVAL DI CANNES 2018: I 16 Film Più Attesi

14 minuti di lettura
cannes2018filmattesicopertina
Da sinistra, in alto, a destra, in basso: “The Man Who Killed Don Quixote“, “Wildlife“, “Everybody Knows” e “The House That Jack Built

Si è aperto ieri sera il Festival di Cannes 2018, con la proiezione, in anteprima mondiale, del primo titolo in Concorso: “Everybody Knows”, di Asghar Farhadi. Ad assegnare il palmares, sarà, quest’anno, una giuria presieduta da Cate Blanchett e composta da: Chang Chen, Ava DuVernay, Robert Guédiguian, Khadja Nin, Léa Seydoux, Kristen Stewart, Denis Villeneuve e Andrey Zvyagintsev. Iniziando a scaldare i motori e in attesa scoprire i pezzi forti di questa 71° edizione, vi presentiamo i 16 film del programma che non vorremmo, assolutamente, perderci.

Su il sipario!

#16 – GIRLS OF THE SUN – Eva Husson

cannes2018girls (2)

SEZIONE: Selezione Ufficiale – Concorso   LEGGI TUTTO

FESTIVALS, Venezia

MOSTRA DI VENEZIA 2017: I 10 FILM PIU’ ATTESI

14 minuti di lettura

zvenezia74sito

La 74° Mostra del Cinema di Venezia è ai nastri di partenza. Da mercoledì, si riaccenderanno le luci sul red carpet del Palazzo del Cinema – spogliato, stavolta, della sua usuale scenografia – e, anche quest’anno, non saranno poche le star che vi sfileranno.

La prima novità dell’edizione 2017 sarà l’insediamento del primo madrino – o padrino, per i più tradizionalisti – della storia del festival. A condurre le cerimonie di apertura e chiusura non sarà, infatti, una donna in abito lungo, ma un uomo di bella presenza di nome Alessandro Borghi. Scelto appositamente da Alberto Barbera, il lanciatissimo attore romano aveva colpito tutti, al Lido, con la sua performance in “Non Essere Cattivo” (2015), del compianto Claudio Caligari. Da quel momento in poi, è iniziata l’ascesa che lo ha reso uno degli interpreti italiani più richiesti della sua generazione. LEGGI TUTTO