2018, REVIEWS

IL DEMONE DELLA DROGA: “BEN IS BACK”, di Peter Hedges

3 minuti di lettura

Il giorno della vigilia di Natale, il diciannovenne Ben Burns (Lucas Hedges) decide di lasciare la comunità di tossicodipendenti in cui è ricoverato, per passare le feste con la sua famiglia. La madre Holly (Julia Roberts) lo accoglie, subito, a braccia aperte; con la condizione che per le 24 ore successive possa controllare, personalmente, ogni suo spostamento…

Una cittadina americana nelle ore serali; la neve che copre le case e gli alberi spogli; una piena atmosfera natalizia. Fanno subito pensare aManchester by the Sea” (2016), le prime immagini di “Ben is Back” (2018), dramma diretto da Peter Hedges e interpretato dal figlio Lucasproprio il protagonista del lungometraggio di Kenneth Lonergan, premiato con l’Oscar alla Miglior Sceneggiatura Originale e al Miglior Attore Protagonista, nel 2017. LEGGI TUTTO

2018, REVIEWS

LA PORTA DELLA GIOIA E DELL’INCANTO: “IL RITORNO DI MARY POPPINS”, di Rob Marshall

4 minuti di lettura

Nella Londra degli Anni ’30, durante la Grande Depressione, Michael Banks (Ben Wishaw) lavora nella stessa banca del padre e vive ancora al numero 17 di Viale dei Ciliegi, insieme ai tre figli e alla domestica Ellen (Julie Walters). Allo stesso modo della madre, Jane Banks (Emily Mortimer) lotta, invece, per i diritti dei lavoratori e aiuta la famiglia del fratello. A seguito di una perdita personale, Mary Poppins (Emily Blunt) rientra, magicamente, nella vita dei Banks, per aiutarli a ritrovare la gioia dell’infanzia perduta. 

 

Questi palloncini rappresentano l’esistenza e – come essa – vanno riempiti con i sentimenti e le emozioni della nostra vita.

Signora dei Palloncini

Sono passati 54 anni da quando la tata magica più famosa della storia del cinema faceva capolino sul grande schermo. Era il 1964 e Julie Andrews era la protagonista di “Mary Poppins” – prodotto da Disney, diretto da Robert Stevenson e tratto dai romanzi di Pamela Lyndon Travers. I personaggi del musical vincitore di 5 Oscar, sono di, nuovo, nelle sale con “Il Ritorno di Mary Poppins (Mary Poppins Returns)” (2018), sequel diretto da Rob Marshall e scritto da David Magee, John DeLuca e lo stesso Marshall – sulla base di elementi sempre presenti nei testi letterari – che mantiene appieno le aspettative e conserva, intatte, le atmosfere dell’originale, riproponendole alle nuove generazioni. LEGGI TUTTO

2018, REVIEWS

GUERRA DI PASSIONE: “COLD WAR”, di Pawel Pawlikowski

2 minuti di lettura

Una storia d’amore impossibile e intermittente – tra un musicista e una giovane cantante – ambientata in Europa dell’Est, Yugoslavia e Parigi, tra la fine della Seconda Guerra Mondiale e la Guerra Fredda.

C’è un evidente omaggio al cinema italiano inCold War” (2018), sesto lungometraggio di Pawel Pawlikowski – vincitore per la Miglior Regia al Festival di Cannes 2018 e candidato per la Polonia agli Oscar 2019 – ispirato e dedicato alla vita dei suoi genitori. 

Il cineasta polacco dirige un melodramma che guarda, direttamente, a Michelangelo Antonioni e aL’Eclisse” (1962), sia dal punto di vista contenutistico, per certi aspetti; ma, soprattutto, da quello formale. La citazione palese è proprio il nome del locale in cui si esibiscono i due efficaci protagonisti, Joanna Kulig e Tomasz Kot – che ricordano, per fisionomia e aspetto, Monica Vitti e Alain Delon – e anche la scelta di utilizzare il bianco e nero non pare, poi, così casuale LEGGI TUTTO