2019, REVIEWS

REQUIEM FOR THE DRUG ADDICTS: “BEAUTIFUL BOY”, di Felix van Groeningen

3 minuti di lettura

Ci sono film che ti sconvolgono e ti spezzano il cuore; rimanendoti, incredibilmente, dentro. “Beautiful Boy” (2018), di Felix van Groeningen, è uno di questi. Ispirato dai libri di David e Nic Sheff – dai rispettivi titoli “Beautiful Boy” e “Tweak” – e presentato, un anno fa, al Toronto Film Festival e alla Festa del Cinema di Roma, il sesto lungometraggio dell’autore di “Alabama Monroe – Una Storia d’Amore” (2012) – candidato all’Oscar, come Miglior Film Straniero, nel 2014 – è un sublime pugno nello stomaco e un requiem sulla droga e coloro che ne sono vittime. Lo scorso Natale, avevamo già apprezzato, in sala, un’altra pellicola dalla stessa tematica – “Ben is Back” (2018), di Peter Hedges – ma, stavolta, abbiamo davanti un prodotto qualitativamente più elevato. LEGGI TUTTO

2018, REVIEWS

GENIO, LUSSURIA E SREGOLATEZZA: “COLETTE”, di Wash Westmoreland

3 minuti di lettura

coletteita

Nata e cresciuta in un piccolo paese della campagna francese, Sidonie-Gabrielle Colette si ritrova catapultata nei salotti intellettuali della Parigi del XIX Secolo, dopo il matrimonio con Henry Gauthier-Villars – un famoso imprenditore letterario, noto come Willy. Fortemente spinta dal marito, Colette rimette mano ad alcuni scritti scolastici e, basandosi su essi, partorisce una serie di romanzi sulla libertà femminile; che vengono, però, firmati, con la sua approvazione, dall’uomo che ha sposato.

colette7

Dopo il passaggio a varie rassegne internazionali – quali Sundance e Toronto – e la presentazione, recentissima, al Torino Film Festival, arriva in sala “Colette” (2018), biopic sull’omonima scrittrice francese Sidonie-Gabrielle Colette, diretto dal co-autore di “Still Alice” (2014), Wash Westmoreland e scritto dallo stesso insieme a Rebecca Lenkiewicz – vincitrice di 1 European Film Award per “Ida” (2013) – e al compianto Richard Glatzer – a cui l’opera è dedicata. LEGGI TUTTO

FESTIVALS, Venezia

MOSTRA DI VENEZIA 2018: Il Programma Completo della 75. Edizione

12 minuti di lettura

venezia2018copertinaprogramma1

La Mostra del Cinema di Venezia festeggia il suo 75° anniversario con un’annata ultra-cinefila, stellare e ricca di Premi Oscarpassati e, possibilmente, anche futuri. Il programma dell’Edizione 2018 va controcorrente, è anticonformista e non cede, affatto, ai dogmi che ha, invece, imposto il Festival di Cannes. Durante la Conferenza Stampa di Presentazione, il Presidente della Biennale Paolo Baratta e il Direttore Artistico del festival, Alberto Barbera, hanno illustrato ai giornalisti le novità che troveremo, tra qualche settimana, alla kermesse cinematografica più antica al mondo. Mentre sappiamo già da un pò che “First Man”, di Damien Chazelle, aprirà la manifestazione, in Concorso; abbiamo scoperto quest’oggi che ad ultimare il cartellone è “Driven”, di Nick Hamm – annunciato come Film di Chiusura, nella sezione Fuori Concorso. LEGGI TUTTO